Comune di Rigolato

Benvenuti nel sito del Comune di Rigolato

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




PUBBLICAZIONI A CURA O PATROCINATE DAL COMUNE

"VOCABOLARI RIGULADOT"

Foto copertina Vocabolario

AUTORE: Federico Vicario

EDITORE-PATROCINIO: Patrocinato da:

  • Comune di Rigolato;
  • Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia;
  • Comunità Montana della Carnia;
  • Societât Filologjiche Furlane.

Introduzione:

"La realizazion di chest vocabolari, e è un'opero vulùdo cun fuarço da chest Cumun. Par tancj e diferents motîfs.Prin di dut par vìo un strument didàtic di consùlt ch’al vebo efièt, complet tar ogni so part e bon di contentâ las pratèsos di ducj chêi ch’ei volaran lâ pin a font sul studi di chesto matèrio tan impuartant che fondamnetâl par tègni de propio identitât, no nomo culturâl.
Ati intindiment impuartant al è chel di tègni cont dal lengaç dal puèst, cu la sô particulâr desinenço – u finâl – cu la “Ô”; variànt canussudo tar duto la nesto Regjon.
Tègnilo cont e mètilo al ripâr da scuraments e da ogni tentatif di “talianizazion”, sorodut de bando des zovenos gjenerazions che, dei viaçs, no sint lu “reclam” de marilèngo, e che al contrari ei penso u no i dan la justo impuartanço ae sorodèto straordenario cuestion.
Ma lu obietîf pin ambizionùos, al resto cenço nissun dubi, l’ulteriùor difusion de nesto amàdo lengo, l’incoragjament a fevelâlo ogni dì, a svilupâlo.
Chesto opero, risultât di un lunc e minoziùos lavùor, duncjo, nol rapresento un pont da rivâ, ma ben un graziùos pont di partenço, di inizi pal nôf trampulìn des nestos radîs, de nesto storio, de nesto culturo, ch’e implanto las sôs radîs te scletèço dei compuartaments e tes espressions des sôs popolazions.
Mi àuguri che vigno acetàdo, chesto publicazion, cul just spirit e encjo cul dovût entusiàsin: chel entusiàsin ch’a nol scuèn mai mancjâ par che a ogni iniziativo es sêti riservados las meretàdos declarazions di simpatîo e di cordialitât.
Sêti duncjo uno vero testemoneanço dal nesti timp, cenço ipocrisîos e cenço cavii di sorto.

Fabio D’ANDREA
Sìnic da Rigulât"

"La realizzazione di questo vocabolario è un'opera voluta con forza da questo Comune.Per tanti e diversi motivi.Prima di tutto, per disporre di uno strumento didattico di consultazione di immediata utilità, completo in ogni sua parte e capace di soddisfare anche le esigenze di coloro che sono interessati ad uno studio più approfondito della materia, così importante per il ricordo della nostra identità, non solo culturale.Altro obiettivo importante è tenere vivo il ricordo della lingua del nostro paese, con la sua particolare desinenza in "O", nota in tutta la Regione.
Farne tesoro e metterla al riparo dal tempo e da ogni tentativo di "italianizzazione", soprattutto da parte delle giovani generazioni che spesso non sentono il richiamo della "madrelingua", è questione di grande importanza.
Lo scopo più ambizioso però, è senza dubbio l'ulteriore diffusione della nostra amata lingua, l'incoraggiamento al suo uso quotidiano, al suo sviluppo.
Questa Opera, risultato di un lungo e minuzioso lavoro, non rappresenta quindi un punto d'arrivo, ma al contrario un grazioso punto di partenza, di inizio per il nuovo trampolino delle nostre radici, della nostra storia, della nostra cultura, che affonda le sue radici nella schiettezza dei comportamenti e nei modi di esprimersi delle sue popolazioni.
Mi auguro che venga accettata con il giusto spirito e con il dovuto entusiasmo: quel entusiasmo che non deve mai mancare affinché ad ogni iniziativa siano riservate le meritate dichiarazioni di simpatia e di cordialità.
Sia dunque una vera testimonianza del nostro tempo, senza ipocrisie e senza liti di sorta.

Fabio D’ANDREA
Sinidaco di Rigolato"

PIANI DIVAS > TALM > PLEROS

Foto copertina libro Piani di Vas > Tal > Pleros

AUTORE: Comune di Rigolato"

L'idea di realizzare una guida naturalistica dell'isola ambientale più suggestiva - e dal punto di vista ambientale e paesaggistico più ricca - del Comune di Rigolato, è stata dettata dalla necessità di rendere visibili a chiunque le potenzialità di questo piccolo comprensorio d'alta quota che, in verità, pochi conoscono a fondo e che rischiava così d'essere percorso saltuariamente e 'gustato' con fin troppa superficialità e distacco.
I piani di Vas, i monti Pleros, Tuglia e Talm, rappresentano un miscuglio di bellezze naturali non ancora lese dall'uomo, che attraggono l'amante della montagna perché custodiscono i misteri propri di un ambiente selvaggio, per certi aspetti misterioso, ricco di autentico fascino.
Con la loro saggia imponenza, le cime di queste montagne sembrano quasi vigilare sulle comunità di valle e sembrano ammonirle alla conservazione. Un comprensorio così prezioso e ricco, soprattutto sotto l'aspetto ambientale e paesaggistico, meritava di essere visionato con la lente dello studioso, immortalato nei suoi angoli più suggestivi dall'obiettivo del fotografo, descritto nei suoi aspetti alpinistici.
L'individuazione delle vie d'accesso ai luoghi più suggestivi, con annessi i percorsi più sicuri e percorribili, anche dai dilettanti che frequentano la montagna in genere, costituisce un ulteriore supporto per tutti coloro che decideranno di frequentare questa vera e propria oasi naturale. Se al centro dei percorsi poi, s'aggiunge la meta del rifugio Chiampizzulon, recentemente aperto dal Comune di Rigolato, ecco che il mosaico si compone nel migliore dei modi.
Una guida semplice, leggibile, accessibile da tutti: un modo per riscoprire luoghi meravigliosi, autentici, di grande fascino. Un ringraziamento doveroso a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo lavoro, non ultimi coloro che, con il loro sostegno economico, ne hanno reso possibile la pubblicazione: Comunità Montana della Carnia, Consorzio Boschi Carnici, Provincia di Udine

RICO DE FLECO (E LA SÔ INT)

Foto copertina libro Rico de Fleco (e la sô int)

AUTORE: Guido Candido di Nàrt

EDITORE-PATROCINIO: Patrocinato da:

  • Comune di Rigolato;
  • Provincia di Udine.

Introduzione"Lu cuatri di avost dal 2000, te salo des riunions dal Munizipi da Rigulât, al è stât presentât lu “Vocabolari Riguladot”, che lu Sìnic Fabio D’Andrea, tal so comènt, ad dîs, fra l’àti, che “(…) e è un’opero vulùdo cun fuarço da chest Cumun”. Par “(…) tègni cont dal puest (…) al ripâr da scuraments (…)”.

A mì, mi è parût pulît di zontâ, tar uno certo maniêro, alc al Vocabolari, metìnt jù chestos notos sclètos, salvant cussì, amàncul lu riguart di cetancj personaçs jessûts dal stes grim di Guart, dal lengaç de “ô” tarondo como anel di cjadenaç, como laç atòr dal côr.

Lu Autùor.""Il quattro di agosto del 2000, nella sala riunioni del Municipio di Rigolato, è stato presentato il "Vocabolari Riguladot", che il Sindaco Fabio D'Andrea, nel suo commento, dice essere "(...) un'opera voluta con forza da questo Comune (...)" per "(...) mantenere il ricordo del luogo (...) al riparo dall'oblio (...)".

Mi è parso significativo aggiungere, in un certo modo, qualcosa al Vocabolario, scrivendo queste note schiette, salvando così almeno il ricordo di parecchie persone nate dallo stesso grembo, accomunate dalla “ô” rotonda come anello di catena, come laccio attorno al cuore.

L'Autore"

TOPONOMASTICO E ONOMASTICO RIGULADOTO (ANTÎGO MELODÎO DI NONS)

Foto copertina libro Toponomastico e Onomastico Riguladoto (antîgo melodîo di nons

AUTORE: Guido Candido di Nàrt

EDITORE-PATROCINIO: Patrocinato da:

  • Comune di Rigolato;
  • Provincia di Udine.

Introduzione

"Eco achì la ricercjo "Toponomastico e Onomastico Riguladoto (Antîgo melodîo di nons)", ch'e trato nons di lôc, soronons di famêo e nons di persono di dut lu cumun da Rigulât e ch'e va a zontâsi al 'Vocabolari Riguladot', cal trato peravolos e al saç 'Rico de Fleco (e la sô int)', cal trato personaçs.
Par no rìndimi masso stufadìç, cun lìstos lungjos, secjos e cenço ànemo, i ài cerût di cumbinâ un discors lu pin pussibil scorèvol, metìnt adùn nons di tavièlos e boscs, monts e crets, riùs e tròis, in maniêro tâl cu saltâs fôr uno vùoro avondo armoniôso.
Inôltro, par insiorâ l'opero, i ài tentât di dâ lu significât ch'a si canòs u ch'a si supon di canossi a certs nons e, encjo, informazions e curiositâts mìnimos, lièndos antîgos, te maniêro contado uno volto tes fìlos, alc di rimos e fotos inlustrativos di lôcs al stât di cumò u di prin u di un e chel àti, par un inevitabil confront di tratament dal teritori, devôr las esigjenços dal moment.
Magari cussì no, te pin part dei câs, i ài scuignût meti jù las rùbos al passât, cenço par chest lassâmi in àgrimos e laments fôr di lôc.

Guido Candido di Nart"

 

Introduzione:

"Ecco la ricerca "Toponomastico e Onomastico Riguladoto (Antîgo melodîo di nons)", che tratta nomi di luoghi, soprannomi di famiglia e nomi di persona di tutto il Comune di Rigolato, e che va ad aggiungersi al 'Vocabolari Riguladot', e al saggio 'Rico de Fleco (e la sô int)'.
Per non rendermi troppo pesante con elenchi lunghi, freddi e senza anima, ho cercato di produrre un discorso il più possibile scorrevole, mettendo assieme nomi di prati e boschi, monatgne e cime rocciose, ruscelli e sentieri, in maniera da armonizzare l'insieme.
Inoltre, per arricchire l'opera, ho tentato di dare il significato noto, o supposto tale, a certi nomi, assieme a informazioni e curiosità minime, leggende antiche, alla maniera di un tempo, qualcosa di dimenticato, e fotografie di luoghi come sono al giorno d'oggi o com'erano un tempo, oppure in entrambe le epoche per un inevitabile confronto nella gestione del territorio, a seconda delle esigenze del momento.
In questo modo, molte volte, non ho dovuto discorrere al passato, senza per questo concedermi lacrime o lamenti fuori luogo.

Guido Candido di Nàrt"

TROIS DAL IÈSI

Foto copertina libro Trois dal Ièsi

AUTORE: Ada Bottero Zanier

Introduzione

"Pinsêrs, riflescions, šfogo da l’animo, spes a contat cu la naturo e cu la vito di ogni dì, scriz sempliz, tal nesti lengaç da Gjviano e par Gjviano al vol esi un priscint a sostegno de sô identitât. Uno goto di âgo tal grant mâr de štorio de vito, di uno persono, di un pais.

L’Autrice."

 

"Pensieri, riflessioni, sfoghi dell'anima, spesso a contatto con la natura e la vita di ogni giorno, parole semplici, nella nostra lingua di Givigliana e per Givigliana vuole essere un pensiero a sostegno della sua identità. Una goccia d'acqua nel grande mare della storia di una vita, di una persona, di un paese.

L'Autrice".